COME SI CHIAMA QUESTO FUNGO? COME SI CHIAMA QUESTO FUNGO? Scopri come si chiamano i fung ...
PRIMI PASSI NEL MONDO DEI FUNGHI PRIMI PASSI NEL MONDO DEI FUNGHI Un guida pratica,per principia ...
ERBE, FIORI, FRUTTI  E  PIANTE DEL BOSCO ERBE, FIORI, FRUTTI E PIANTE DEL BOSCO Condividi l'esperienza del rit ...
COME SI CHIAMA QUESTO FUNGO?
Scopri come si chiamano i funghi che trovi nel bosco.Ti aiuteranno Micologi e fungaioli superesperti!
PRIMI PASSI NEL MONDO DEI FUNGHI
Un guida pratica,per principianti (e non), nell'introduzione al mondo fantastico dei funghi...
ERBE, FIORI, FRUTTI E PIANTE DEL BOSCO
Condividi l'esperienza del ritrovamento di ogni erba,fiore, frutto o pianta che incontri nelle tue passeggiate nel bosco!
LA PESCA IN MARE E IN ACQUA DOLCE
Le avventure di pesca dei fungaroli / pescatori! Prede e tecniche di pesca.
LE NOSTRE ESCURSIONI A FUNGHI
Le avventure escursionistiche di "Caccia al fungo" con i nostri amici del Forum!
VIDEO SCHEDE FUNGHI
Le schede dei funghi trattati, sono tutte arricchite da un video in HD, girato nel bosco. micologia e natura
LA PESCA IN MARE E IN ACQUA DOLCE LA PESCA IN MARE E IN ACQUA DOLCE Le avventure di pesca dei fung ...
LE NOSTRE ESCURSIONI A FUNGHI LE NOSTRE ESCURSIONI A FUNGHI Le avventure escursionistiche ...
VIDEO SCHEDE FUNGHI VIDEO SCHEDE FUNGHI Le schede dei funghi trattati, ...
Omphalotus olearius (De Cand.: Fr.) Fayod - Fungo dell'Ulivo

Sinonimi :
Agaricus olearius
DC., Candolle & Lamarck
Clitocybe olearia (DC.) Maire
Pleurotus olearius
(DC.) Gillet

 Video scheda


Etimologia:
dal latino olearius = attinente all'olio, all'olivo, per il presunto habitat di crescita.  dal  greco omfalòs = ombelico, con depressione al centro.

fungo velenoso

E' un fungo lignicolo, abbastanza velenoso, provoca sindrome gastrointestinale (sindrome resinoide) di una certa serietà.  Può essere confuso, se di piccola taglia, con il Cantharellus cibarius. Una attenta osservazione delle lamelle, però, potrebbe fugare ogni dubbio anche al raccoglitore inesperto. Oltretutto il Cantarello é un fungo prettamente terricolo, ma va comunque ricordato che, ad una osservazione superficiale, anche un lignicolo potrebbe sembrare terricolo, poichè potrebbe essere ancorato a pezzetti di legno posti (non visibili) nel terreno. E' un fungo abbastanza comune delle nostre campagne, cresce su latifoglie ed in particolare , predilige l'olivo, sul quale fruttifica, spesso, sviluppandosi sulle radici interrate dello stesso. Non dobbiamo, però, considerarlo come un parassita dannoso perche é, invero, molto utile all'ecosistema che lo circonda, perché attacca solo piante debilitate, danneggiate o malate (e quindi predisposte all'attacco del fungo) e che devono naturalmente essere eliminate dall'ambiente di crescita. Questo fungo, non fa altro che accelerare la scomparsa della pianta ospite e può, in un certo senso, essere considerato un indispensabile "selettore naturale":  Il Cappello é poco carnoso, elastico, presto depresso o imbutiforme, con Cuticola fibrillosa, lucida, di colore giallo-arancione, arancio-rossastra o rosso brunastro. Il margine é involuto, poi disteso ed ondulato, spesso fessurato radialmente. Le Lamelle, con Lamellule, sono fitte, sottili, molto decorrenti, dal giallo oro al giallo zafferano, giallo arancio. Il Gambo, cilindrico e slanciato, eccentrico e sinuoso é attenuato alla base, concolore alle lamelle. La Carne é elastica, tenace e fibrosa, di color giallo zafferano. L'Odore é insignificante, il Saporeé dolciastro. Cresce cespitoso nei boschi termofili, alla base di vecchi alberi o su ceppaie di latifoglie, dall'estate all'autunno.

avvelenamento da funghiSINDROME GASTROENTERICA - Questa tossina ha effetti diretti e irritanti sull'apparato gastro enterico, determinando alterazioni della flora intestinale ed attivando i centri del vomito. I sintomi del vomito, diarrea e dolori addominali, compaiono quasi subito dopo il pasto : entro le 3 o 4 ore successive (raramente dopo le 6). L'entità dei sintomi é direttamente proporzionale alla quantità di fungo ingerito e regrediscono spontaneamente entro le 48 ore successive. Nel caso specifico dell'Omphalotus olearius, il sintomo più evidente é quello del vomito, mentre la diarrea ed i dolori addominali, nella maggioranza dei casi documentati, o non si sono manifestati o sono stati di modesta entità.

 

sporata omphalotus olearius
Omphalotus olearius Omphalotus olearius
Omphalotus olearius  Omphalotus olearius
Omphalotus olearius  Omphalotus olearius

Video e Foto di Francesco Marotta - Copyright ® Micoweb.it -  " Omphalotus olearius "

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.