COME SI CHIAMA QUESTO FUNGO? COME SI CHIAMA QUESTO FUNGO? Scopri come si chiamano i fung ...
PRIMI PASSI NEL MONDO DEI FUNGHI PRIMI PASSI NEL MONDO DEI FUNGHI Un guida pratica,per principia ...
ERBE, FIORI, FRUTTI  E  PIANTE DEL BOSCO ERBE, FIORI, FRUTTI E PIANTE DEL BOSCO Condividi l'esperienza del rit ...
COME SI CHIAMA QUESTO FUNGO?
Scopri come si chiamano i funghi che trovi nel bosco.Ti aiuteranno Micologi e fungaioli superesperti!
PRIMI PASSI NEL MONDO DEI FUNGHI
Un guida pratica,per principianti (e non), nell'introduzione al mondo fantastico dei funghi...
ERBE, FIORI, FRUTTI E PIANTE DEL BOSCO
Condividi l'esperienza del ritrovamento di ogni erba,fiore, frutto o pianta che incontri nelle tue passeggiate nel bosco!
LA PESCA IN MARE E IN ACQUA DOLCE
Le avventure di pesca dei fungaroli / pescatori! Prede e tecniche di pesca.
LE NOSTRE ESCURSIONI A FUNGHI
Le avventure escursionistiche di "Caccia al fungo" con i nostri amici del Forum!
VIDEO SCHEDE FUNGHI
Le schede dei funghi trattati, sono tutte arricchite da un video in HD, girato nel bosco. micologia e natura
LA PESCA IN MARE E IN ACQUA DOLCE LA PESCA IN MARE E IN ACQUA DOLCE Le avventure di pesca dei fung ...
LE NOSTRE ESCURSIONI A FUNGHI LE NOSTRE ESCURSIONI A FUNGHI Le avventure escursionistiche ...
VIDEO SCHEDE FUNGHI VIDEO SCHEDE FUNGHI Le schede dei funghi trattati, ...

CACCIATORI DI FUNGHI

Cercatori di Funghi dispersi


Cercatori di funghi, lunga lista di dispersi:
i consigli per le escursioni

Squadre di soccorso in emergenza per recuperare i fungiatt che si perdono. Ecco le dritte della Protezione civile per una gita senza problemi

Un cercatore di funghi all'opera
Un cercatore di funghi all'opera

di Claudio Perozzo
Laveno Mombello, 8 ottobre 2013 - Era stato anche il sindaco di Laveno Mombello Graziella Giacon a sollecitare la posa di una opportuna segnaletica sui sentieri montani del Sasso del Ferro, sopra la cittadina lacustre, teatro di troppi incidenti e ricerche di escursionisti dispersi. Finalmente dopo mesi di attesa i cartelli sono stati consegnati alla protezione civile lavenese che il primo fine settimana di bel tempo li porrà in opera.Sono saliti a intanto 19 in questo fine settimana gli interventi di soccorso in montagna a causa dei cercatori di funghi ed escursionisti in difficoltà, una situazion che purtroppo vede anche 4 morti fra la sponda lombarda, quella piemontese e il Canton Ticino. Va subito detto che in tutti questi casi a volte si registrano situazioni imprevedibili, veri e propri incidenti di percorso che tuttavia invitano a non sottovalutare l’ambiente montano, spesso pieno d’insidie e di zone impervie e non certamente adatte a scampagnate e a gite.

 

Inoltre in questi giorni di piogge intermittenti, che favoriscono la presenza di funghi, si presenta folta la presenza di persone nelle zone montane delle due sponde del Verbano, con i «fungiatt» a volte protagonisti di seri incidenti, anche a causa della scarsa conoscenza delle zone, della perdita di orientamento, con il ricorso ai soccorsi.Sono già 23 gli interventi portati a termine in questa stagione, da parte del Soccorso Alpino, dei vigili del fuoco, del 118, della protezione civile, delle due sponde con un vasto impiego di mezzi, persino elicotteri, unità cinofile, per portare soccorso a persone disperse, ferite o peggio, per il recupero di morti. Ai fungiatt si uniscono anche escursionisti, appassionati del trekking di montagna, turisti, e anche locali. Per questo gli addetti ai soccorsi invitano alla massima prudenza. Spesso gli incidenti sono legati ad inesperienza, al fatto che si sottovalutano le proprie forze o conoscenze.Il telefonino quasi sempre aiuta chi si trova in difficoltà, e serve a meglio indirizzare i soccorritori, ma è bene ricordare che non sempre il telefonino trae d’impaccio, visto che sono ancora molte le zone montane dove non si agganciano i ponti dei ripetitori. Crepacci profondi, ed ettari di sottobosco coperto di rovi sono spesso causa oltre che di disagio, anche di seri disorientamenti e smarrimenti. Bisogna equipaggiarsi al meglio con scarpe da montagna, studiare i percorsi che si vogliono compiere.I consigli della Protezione civile sono precisi. Portare uno zainetto contenente il necessario a seconda dei tracciati da affrontare, ma ricordarsi comunque la protezione contro la pioggia, qualche lampada tascabile, indumenti di ricambio. Ricordarsi di indossare a seconda delle situazioni meteo e della stagione una comoda giacca a vento traspirante, calzoni lunghi e comodi, portare una borraccia, del cibo (cioccolata o altro), un coltello multiuso, un fischietto in grado di segnalare la propria presenza ad eventuali amici o soccorritori. Le previsioni del tempo sono un altro fattore importante a cui rivolgere la massima attenzione. Sempre meglio essere almeno in due e lasciare comunque detto a parenti o amici, la zona e il tracciato che si intende percorre. Questo serve a facilitare líindividuazione delle persone che hanno perso il tracciato o registrano imprevisti, malori, incidenti o difficoltà.